Also known as a publisher, the affiliate can be either an individual or a company that markets the seller’s product in an appealing way to potential consumers. In other words, the affiliate promotes the product to persuade consumers that it is valuable or beneficial to them and convince them to purchase the product. If the consumer does end up buying the product, the affiliate receives a portion of the revenue made.
There is serious competition in the affiliate marketing sphere. You’ll want to make sure you stay on top of any new trends to ensure you remain competitive. Additionally, you’ll likely be able to benefit from at least a few of the new marketing techniques that are constantly being created. Be sure you’re keeping up to date on all these new strategies to guarantee that your conversion rates, and therefore revenue, will be as high as possible.
A more complex system, pay per lead affiliate programs compensates the affiliate based on the conversion of leads. The affiliate must persuade the consumer to visit the merchant’s website and complete the desired action — whether it’s filling out a contact form, signing up for a trial of a product, subscribing to a newsletter, or downloading software or files.
Let’s say you have a promotions page where you’re promoting a product via affiliate links. If you currently get 5,000 visits/month at a 2% conversion rate, you have 100 referrals. To get to 200 referrals, you can either focus on getting 5,000 more visitors, or simply increasing the conversion rate to 4%. Which sounds easier? Instead of spending months building domain authority with blogging and guest posts to get more organic traffic, you just have to increase the conversion rate by 2%. This can include landing page optimization, testing your calls-to-action, and having a conversion rate optimization strategy in place. By testing and optimizing your site, you’ll get far better results with much less effort. 
An elegantly straightforward process, affiliate marketing via reviews, blogs, social media, and other platforms is a new frontier in marketing that’s just waiting to be utilized. Follow the tips included in this article, and you’ll be able to engage your audience, convert passive readers into active consumers, and enhance your paycheck one click at a time.
Instapage è uno dei migliori software in circolazione per creare delle landing pages efficaci in modo semplice ed immediato. È molto usato anche da chi crea dei piccoli siti di micro nicchia, e da chi cerca uno strumento privo della necessità di scrivere codice. In sintesi, è il top per quanto concerne la creazione delle pagine di atterraggio: di riflesso, potresti ad esempio sponsorizzarlo se hai un blog che parla dei migliori strumenti online per fare marketing.
Il funzionamento di questo sistema è quasi sempre simile, al di là dell’azienda autrice di un certo programma di affiliazione. Di solito ci si iscrive presso una piattaforma web ad hoc, e si accede in seguito ad un proprio pannello di controllo: attraverso quest’ultimo è possibile gestire tutti gli strumenti utili per sponsorizzare un prodotto o servizio sul proprio blog, pagina social o canale YouTube. Si parla ad esempio dei banner promozionali, dei codici per i link diretti, degli strumenti di call to action e via discorrendo.
non solo gioco d’azzardo, ma anche dating. Il campo degli incontri su Internet, infatti, figura nella lista di quelli in assoluto più remunerativi. Da questo punto di vista, se hai un blog che si occupa di incontri online, noi ti suggeriamo di testare il network affiliate di TopOffers: al suo interno troverai tante società che si occupano di questo settore, molto rinomate, come ad esempio Flirt, Amici Piccanti, Senza Pudore e Solo Avventure.

Soffermiamoci per un attimo sull’1% di diffusione dell’Affiliate Marketing e proviamo a fare un esempio per capire meglio il concetto. Immaginiamoci di spendere 1000€ in pubblicità: 990€ ci portano 5000€, ovvero il 500%; quell’1% mancante ovvero 10€, da solo ci fa guadagnare altri 500€. Quindi il 10% del nostro ricarico è portato da quell’1% in Affiliate Marketing. Tirando le somme, in questo modo siamo riusciti a costruire un solido sistema di digital marketing con i nostri 990€; essi hanno correttamente fertilizzato quell’ultimo euro che, pagato da noi solamente a risultati ottenuti, ci ha riportato a casa un ulteriore 10% di ritorno sull’investimento.

Come dicevamo prima anche la piattaforma di affiliazione deve avere una remunerazione. Facendo un semplice esempio nel mondo reale, è come se io proprietario volessi guadagnare sugli ingressi nel mio locale tramite volantinaggio, anziché occuparmene personalmente, chiedessi a qualcuno di trovarmi i migliori addetti al volantinaggio e io assicurassi all’incaricato una buona e alta percentuale di compenso su tutta l’attività di volantinaggio andata a buon fine di quegli addetti.

×